Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Federauto chiede soldi al governo

Auto in crisi: vendite in crisi, -26%. Fiat -35%


Auto in crisi: vendite in crisi, -26%. Fiat -35%
02/08/2010, 09:08

ROMA - Crollo delle vendite di autovetture, nel mese di luglio. Secondo federauto, l'associazione dei concessionari di autovetture, nel mese di luglio sono state immatricolare solo 152 mila auto, il 26% in meno rispetto al mese scorso. Il grosso del calo è dovuto alla Fiat (-35%), ma è cospicuo anche il calo delle vetture straniere (-21%). Le cause, secondo Federauto, sono due: da una parte la cessazione degli incentivi per il settore; dall'altra il fatto che le case automobilistische hanno per ora bloccato quel fenomeno delle macchine "a chilometri zero", autoimmatricolate per tenere alti i dati di vendita e poi vendute a prezzi scontati.
La soluzione chiesta da Federauto? Nuovi incentivi, poliennali, per consentire "un maggiore rinnovamento del parco macchine e agevolare l'uso di macchine a più basso impatto ambientale". Secondo le valutazioni dell'associazione di categoria, in caso contrario ci sarà un calo di introiti per le casse statali di 2 miliardi l'anno, oltre ad almeno 15 mila disoccupati tra i concessionari e 30 mila nell'indotto. Cifre di cui il Paese può fare a meno, dati i suoi tanti problemi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©