Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Auto, indagine sicurezza bambini: Napoli maglia nera per seggiolino


Auto, indagine sicurezza bambini: Napoli maglia nera per seggiolino
16/12/2011, 12:12

(Napoli, 16 dicembre 2011). “Tanto non succede”, “Ma figurati”, “Faccio subito”. Tra i tanti pensieri dei genitori napoletani, quelli per l’uso dei seggiolini e la messa in sicurezza dei propri figli in macchina non sono proprio in cima alla lista. Lo rivela un’indagine esplorativa sui comportamenti dei genitori in diverse città italiane (Bologna, Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Mestre), realizzata per il 4° anno da Quintegia nell’ambito di “BimbiSicuramente”, la campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza dei bambini in auto.

In particolare, secondo lo studio realizzato con la collaborazione di SicurAUTO.it, a Napoli gli uomini che utilizzano il seggiolino per accompagnare i propri figli a scuola sono solo il 10% (contro il 39% delle donne), ben 33 punti al di sotto della media nazionale (43%). Complessivamente appena il 20% dei genitori utilizza il seggiolino dentro la propria vettura, in leggero aumento rispetto allo scorso anno (17%). Seggiolino o no, nella città del sole la sicurezza dei figli non sempre è in linea con quella di mamma e papà: ancora il 35% degli uomini e il 20% delle donne che indossano la cintura non trasportano il proprio bambino dentro il seggiolino.

Obiettivo della campagna BimbiSicuramente (disponibile online su www.bimbisicuramente.it) è quello di correggere quei comportamenti errati che rappresentano una minaccia per i più piccoli, soprattutto se si considera che i passeggeri di età compresa tra 0 e 9 anni occupano una posizione non trascurabile nel panorama delle vittime di incidenti stradali, come dimostrano i dati Istat del 2010 (5.225 bambini coinvolti). E anche se nel 2010 si riscontra in Italia una leggera diminuzione rispetto al 2009 del numero degli incidenti (-1,9%), dei feriti (-1,5%) e un calo più consistente del numero dei morti (-3,5%), le autovetture rimangono la categoria maggiormente interessata dagli incidenti stradali (67,8% dei veicoli). Basti pensare che solo nella città di Napoli lo scorso anno si sono verificati 2.584 incidenti con 2.432 auto coinvolte.



L’indagine osservativa BimbiSicuramente – condotta su un campione di quasi 900 automobilisti - è un’iniziativa di Quintegia, società trevigiana leader in Italia nei settori ricerca e formazione per l’automotive, in collaborazione con SicurAUTO.it, il portale dedicato alla sicurezza e ai diritti degli automobilisti. BimbiSicuramente rappresenta da quattro anni la più grande campagna italiana di sensibilizzazione sulla sicurezza dei bambini in auto.





Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©