Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tra gli arrestati, il figlio del boss Modestino Genovese

Avellino: arrestati 5 camorristi, taglieggiavano vincitori Superenalotto


Avellino: arrestati 5 camorristi, taglieggiavano vincitori Superenalotto
26/05/2010, 10:05

AVELLINO - La presenza della camorra in Campania è assolutamente invasiva, anche se al di fuori non se ne ha coscienza. E la riprova, se ce ne fosse stato bisogno si è avuta con l'inchista che ha portato all'arresto di cinque esponenti del clan Cava-Genovese. Il clan aveva scoperto i nomi di molti del gruppo di trenta fortunati che aveva centrato, il 17 gennaio 2008, un 6 al Seuperenalotto, dividendosi 33 milioni. E da quel momento per loro la vita era stato un inferno, costretti a finanziare i parenti degli appartenenti al clan che erano finiti in galera. E per chi non accettava erano violenze ed intimidazioni. Alla fine, dopo un anno e mezzo di indagini, i Pm Rosario Cantelmo e Francesco Soviero hanno disposto le misure cautelari contro cinque esponenti del clan camorristico, misure avallate dal Gip di Napoli Nicola Miraglia Del Giudice. Tra i cinque, da notare la presenza del figlio di Modestino Genovese, boss del clan attualmente detenuto. Quest'ultimo dovrà anche rispondere di un ulteriore caso di minacce ed estorsione, per aver cercato di costringere un imprenditore dell'avellinese ad assumere un affiliato al clan.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©