Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'Ugl lancia l'allarme del sovraffollamento delle carceri

Avellino, detenuto aggredisce agente


Avellino, detenuto aggredisce agente
03/04/2012, 21:04

AVELLINO – Aggredito sul luogo di lavoro. E’ accaduto ad un agente della polizia penitenziaria, nella tarda serata di sabato scorso nel carcere di Avellino. Ad attaccare l’uomo è stato un detenuto extracomunitario, come spiega la Ugl Polizia penitenziaria di Avellino. La vicenda è accaduta nel reparto in cui il detenuto sta scontando la sua condanna. L'agente è stato subito soccorso dai suoi colleghi, dopo le prime cure da parte dei sanitari della struttura è stato inviato presso il pronto soccorso del nosocomio cittadino dove sono stati riscontrate lesioni fisiche guaribili in 20 giorni.
“Non sono note le motivazioni del gesto – scrive la Ugl in una nota pubblica - sicuramente questo è riconducibile al drammatico sovraffollamento nelle strutture penitenziarie della provincia”. Insomma, per il sindacato l’accaduto contribuisce a richiamare, ancora una volta, l’attenzione delle forze politiche e dei vertici dell'Amministrazione penitenziaria sul sovraffollamento delle carceri, chiedendo un urgentissimo intervento necessario a creare condizioni di lavoro per la Polizia penitenziaria

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©