Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Avellino, frode fiscale per 20 mln di euro: è l'operasione IRON CASH


Avellino, frode fiscale per 20 mln di euro: è l'operasione IRON CASH
12/07/2011, 10:07

E’ in corso dalle prime ore dell’alba di oggi un’articolata operazione di polizia finalizzata all’esecuzione di tre provvedimenti cautelari (obbligo di firma) nei confronti di altrettanti imprenditori che, negli ultimi anni, si sono resi responsabili di una maxi-evasione fiscale quantificata in circa 20 milioni di euro. Con l’operazione di oggi, che ha portato anche al sequestro di beni per circa 5 milioni di euro, si chiude un giro d’affari milionario per alcuni spregiudicati imprenditori edili dell’arianese che, grazie ad un astuto meccanismo di frode basato su società inesistenti o interposte e false fatture, hanno evaso per anni il fisco per importi da capogiro.

Artefice della frode un noto imprenditore che aveva costituito nel tempo alcune società fittizie attraverso cui gestiva indisturbato i propri affari celandosi al fisco. Coinvolti nella frode fiscale altri tre imprenditori, due dei quali destinatari del medesimo provvedimenti restrittivo della libertà personale (obbligo di firma).

L’indagine delle Fiamme Gialle, coordinata dal Procuratore presso il Tribunale di Ariano Irpino, dr. Luciano D’ Emmanuele, e dalla dr.ssa Michela Palladino, è nata da un controllo fiscale che, nel gennaio dello scorso anno, si è indirizzato nei confronti di una società operante nel settore della commercializzazione del ferro e dei suoi derivati con sede ad Ariano Irpino.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©