Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Avellino, operazione Securedrive


Avellino, operazione Securedrive
19/04/2011, 10:04

La Tenenza di Baiano ha avuto il ruolo di “capofila” nell’esecuzione di un articolato dispositivo di contrasto cui il Comando Provinciale di Avellino ha voluto dare attuazione per la prevenzione di violazioni al codice della strada, preludio alla particolare intensificazione di presenza sul territorio già predisposto in relazione all’incremento della movimentazione di mezzi e persone nel periodo delle festività pasquali.
Nell’arco degli ultimi sei mesi, i finanzieri della reparto capeggiato dal maresciallo aiutante Marcello Daniele hanno infatti dato corso sul territorio di competenza (baianese e Vallo di Lauro) ad un impegno complessivo di circa 300 militari, suddivisi in ben 158 pattuglie.

L’operazione, denominata SECURDRIVE, si è concretizzata in numerosissimi posti di blocco che, dislocati lungo le principali arterie di viabilità locale e regionale ed articolati in modo da coprire l’arco delle 24 ore, hanno portato al controllo di un numero elevatissimo di uomini e mezzi attuati: ben 129 sono risultati i soggetti che, nelle fasi d’identificazione, hanno evidenziato la sussistenza di specifici precedenti penali a loro carico.

Il dato più rilevante, oltre alle 159 infrazioni al codice della strada che sono state rilevate nel corso dell’intera operazione SECURDRIVE (con sanzioni amministrative per un oltre 19.000 euro e l’avvio delle procedure finalizzate a ritiro delle patenti di guida per sei soggetti), è stato il sequestro di 26 automezzi in quanto risultati privi di copertura assicurativa. In un caso, infine, gli esiti di un posto di blocco si sono sostanziati anche in una denuncia penale nei confronti di un conducente di un autovettura allorquando è stato rilevato come il tagliando assicurativo del mezzo fosse stato falsificato nella data di scadenza della copertura.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©