Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Avellino, sequestrate dalle fiamme gialle quattro piante di cannabis indica


Avellino, sequestrate dalle fiamme gialle quattro  piante di cannabis indica
21/07/2011, 14:07

Le indicazioni impartite dal Comandante Provinciale colonnello Mario IMPARATO, per una intensificazione della presenza sul territorio hanno portato le Fiamme Gialle al conseguimento di un altro importante risultato di servizio, questa volta in tema di contrasto alla diffusione delle sostanze stupefacenti in Provincia.

Sulla scorta di indagini svolte e da informazioni acquisite i finanzieri del Nucleo Mobile della Compagnia di Avellino agli ordini del Capitano Giovanni D’AURIA, hanno individuato in Atripalda la coltivazione di piante del tipo “cannabis indica” (marijuana).

I preliminari accertamenti eseguiti con appostamenti e sopralluoghi consentivano l’individuazione, in Atripalda, e, precisamente nel giardino di un fabbricato ubicato nei pressi del fiume Sabato di una coltivazione di piante di “cannabis indica” abilmente occultate tra ortaggi e verdure.

Nel pomeriggio del giorno 18 c.m. si è deciso di accedere presso l’abitazione precedentemente individuata , dando corso ad una attenta perquisizione d’iniziativa in flagranza di reato, della stessa e del giardino ad essa pertinente ove venivano rinvenute n.1 pianta in perfetto stato vegetativo e sorretta da un paletto in legno e nr. 3 piante estirpate e poste sul terreno, già parzialmente essiccate.

Le quattro piante dell’altezza di circa metri 1,20 risultavano aver un peso complessivo di Kg. 1,.9. Il proprietario dell’abitazione identificato per tale F.G., di anni 42 ed originario di Atripalda (AV), dopo esser stato accompagnato presso gli uffici della Compagnia di Avellino per gli accertamenti di rito è stato segnalato alla locale Procura della Repubblica per violazione dell’articolo 73 del D.P.R. nr. 309/1990.

In relazione all’attività esperita è stato richiesto all’Autorità Giudiziaria di Avellino di poter svolgere ulteriori accertamenti al fine di stabilire la natura, qualità e quantità nonché il principio attivo ed il numero di dosi medie giornaliere ottenibili dalle quattro piante di “cannabis indica” sequestrate avvalendosi della collaborazione del Laboratorio Chimico delle Dogane di Napoli .

Quest’ultima denuncia si aggiunge ad altri rilevanti risultati in tema di contrasto alla diffusione di sostanze stupefacenti conseguiti sulla base della costante azione di coordinamento tra i Reparti della provincia nello specifico settore e posta in essere dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©