Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A dare l'allarme il figlio di 5 anni

Aversa, accoltella la moglie e poi si lancia dal balcone

La donna è in gravi condizioni ma è fuori pericolo di vita

Aversa, accoltella la moglie e poi si lancia dal balcone
22/12/2013, 13:36

AVERSA - Una donna di 36 anni, psicologa, è stata ridotta in fin di vita da suo marito, un uomo di 39 anni, Paolo Prisco, da cui si sta separando, che l’ha colpita con decine di coltellate. La vicenda si è verificata stamane ad Aversa, in provincia di Caserta, in casa dei due, dove si trovavano anche i due bambini di 2 e 5 anni della coppia. L’uomo, insegnante di religione, era tornato a casa per prendere i bambini, come ogni domenica, ma una lite improvvisa è degenerata nello spiacevole episodio di stamattina. I due hanno iniziato a litigare, chiusi in camera, per evitare che i piccoli li vedessero. Ma quando l’uomo ha estratto il coltello e ha iniziato a colpire sua moglie, la donna ha aperto la porta e ha urlato al bambino di 5 anni di correre a chiamare aiuto. Il bambino è corso sul pianerottolo e ha chiesto aiuto ai vicini di casa, che hanno immediatamente allertato il 118. Al loro arrivo sul posto, i soccorritori si sono trovati davanti ad uno scenario agghiacciante. La donna si trovava in una pozza di sangue e l’uomo, dopo aver provato a tagliarsi le vene, si era lanciato giù dal balcone.

La donna è stata ricoverata all’ospedale Moscati di Aversa, è fuori pericolo di vita ma le sue condizioni sono alquanto gravi. Nonostante tutto è riuscita a raccontare tutto ai carabinieri, dicendo che in passato suo marito aveva assunto un comportamento violento nei suoi confronti, arrivando a picchiarla, ma che non aveva mai raggiunto un livello di violenza del genere e che lei pensava di risolvere la situazione con la separazione.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©