Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Sospeso il processo, per permettere la sostituzione

Avetrana: Misseri si accusa dell'omicidio, il difensore lo "abbandona"


Avetrana: Misseri si accusa dell'omicidio, il difensore lo 'abbandona'
05/12/2012, 10:45

BARI - Colpo di scena questa mattina, nel processo di Corte d'Assise di Bari, dove si svolge il processo per l'omicidio di Sarah Scazzi.
Alle 10 si è iniziata regolarmente l'udienza. Sbrigate le formalità preliminari, è iniziato l'esame di Michele Misseri, interrogato dall'Avvocato Coppi - difensore di Sabrina. Misseri ha cominciato a raccontare che quel 26 agosto del 2010 si era svegliato con un forte mal di testa, quel che ha fatto in mattinata, poi che dopo mangiato è sceso in garage. Quando l'avvocato gli ha chiesto se aveva ucciso lui Sarah, strangolandola, il contadino di Avetrana ha risposto di sì. A quel punto ha preso la parola l'avvocato difensore, Armando Amendolito, che ha comunicato ufficialmente la sua intenzione di rinunciare alla difesa: "Non c'è aderenza tra la linea di difesa e queste dichiarazioni", ha spiegato. 
Al Tribunale non è rimasto altro da fare che sospendere il processo, per dare il tempo a Michele Misseri di trovarsi un altro avvocato (o di nominargliene uno d'ufficio) e di permettergli di studiarselo.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©