Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tutti quanti sono stati dimessi in serata

Bacoli: malore per nove sub per decompressione rapida


Bacoli: malore per nove sub per decompressione rapida
22/03/2010, 09:03

BACOLI (NAPOLI) - Malore in contemporanea per nove dei dodici sub, facenti parte di un gruppo che sta frequentando un corso per diventare un esperto sommozzatore. Il gruppo si era immerso nelle acque marine al largo di Bacoli, a nord di Napoli, per una lezione subacquea. Ad un certo punto si sono accorti che uno del gruppo si era allontanato e i colleghi hanno cominciato a cercarlo, consumando in questo modo gran parte dell'aria contenuta nelle bombole. Data la profondità di 30 metri a cui i sub hanno operato, avrebbero dovuto fare le adeguate soste durante la risalita per permettere al proprio corpo di riabituarsi. Infatti quando ci si immerge l'acqua esercita una forte pressione sul corpo umano. A 30 metri già è sufficiente per creare bolle di ossigeno nel sangue umano, che vanno "spezzate", per evitare che possano provocare ostruzioni nei vasi sanguigni o nel cervello oppure per evitare che le bolle si accumulino nelle articolazioni con conseguenti dolori. Questa volta la scarsa quantità di ossigeno non ha permesso ai sub di fare le soste necessarie a "spezzare" le bolle di gas. Di conseguenza i sub nel momento in cui sono emersi, hanno accusato malori: dolori alle articolazioni, nausea, vomito. Immediatamente portati in ospedale - tre al Cardarelli e sei al Santobono - sono stati messi nelle camere iperbariche per effettuare quella decompressione che non hanno potuto fare a mare. In serata poi i nove sono stati dimessi, ognuno dopo aver firmato l'assunzione di responsabilità, anche se dovranno fare almeno un'altra seduta di camera iperbarica, tra una settimana.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©