Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il presidente della Cei stasera nel Te Deum

Bagnasco: Politica necessaria, no a condizionamento finanza


Bagnasco: Politica necessaria, no a condizionamento finanza
31/12/2011, 19:12

L’ingerenza della grande finanza nella vita politica può avere effetti negativi. “Al di là di ogni ventata antipolitica, la politica è assolutamente necessaria, e deve essere in grado di regolare la finanza perchè sia a servizio del bene generale e non della speculazione facile e garantita”. Lo ha detto il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei e arcivescovo di Genova, stasera nel capoluogo ligure. Il cardinale, che ha tenuto il tradizionale "discorso di fine anno" durante il Te Deum di ringraziamento nella Chiesa del Gesù di Genova ha poi aggiunto: “Che la grande finanza internazionale guidi ormai i giochi sembra un dato innegabile ma così non deve essere. Una finanza fine a se stessa non serve il mondo ma se ne serve, e alla fine ne risentono i più deboli. Quando, infatti, il criterio sembra essere il guadagno il più alto e facile possibile, e nel tempo più breve possibile, allora il profitto non è più giusto, ma diventa scopo a se stesso e quindi immorale perchè condiziona e sottomette anche l’economia e la politica, e quindi l’uomo”. “Non è possibile vivere fluttuando ogni giorno” ha detto ancora il porporato spiegando che “la politica non può prescindere” dal suo ruolo “se vuole corrispondere al suo mandato di promuovere la giustizia e il bene comune”.

Commenta Stampa
di dg
Riproduzione riservata ©