Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Bisogna garantire la libertà religiosa"

Bagnasco sul Crocifisso:"Legittima la sua esposizione"


Bagnasco sul Crocifisso:'Legittima la sua esposizione'
23/06/2010, 20:06

ROMA - Una tavola rotonda dal titolo eloquente:"Valori e diritto. Il caso del crocifisso" che ha visto la partecipazione dell'Associazione "Umanesimo Cristiano" e l'"apprezamento"  del Cardinale Angelo Bagnasco.
Sul tema del crocifisso nei luoghi pubblici, il presidente della Cei è stato chiaro:"Riconoscere la legittimità e il valore dell’esposizione del crocifisso significa garantire il rispetto della libertà religiosa e delle tradizioni dei popoli". L'evento è stato organizzato a pochi giorni dall'attesissimo pronunciamento (previsto per il prossimo 30 giugno) della  Grand Chambre che, per l'occasione, dovrà decidere sul ricorso presentato dallo Stato italiano per annullare la sentenza emessa dalla Corte lo scorso 3 novembre. Come noto, la sentenza, ordinava la rimozione del crocifisso dai luoghi pubblici e quindi anche nelle scuole; accogliendo la richiesta della signora Lautzi residente ad Abano Terme (Padova).
All'interno della sua lettera Bagnasco spiega che "la laicità non comporta l’esclusione dei simboli religiosi dai luoghi pubblici. Al contrario ‘la sana laicità comporta che lo Stato non consideri la religione come un semplice sentimento individuale (…) bensì come presenza comunitaria pubblica".  Per tale motivo, quindi, va in ogni modo rimarcarta "l’importanza che l’esposizione del crocifisso nelle scuole riveste in relazione ai sentimenti religiosi delle popolazioni e alle tradizioni delle nazioni d’Europa".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©