Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

il Comune di Napoli si costituisce parte civile

Bagnoli Futura rinunzia al Riesame

I legali non hanno avuto tempo di leggere le carte

.

Bagnoli Futura rinunzia al Riesame
30/04/2013, 11:57

NAPOLI - Continua la bufera su Bagnoli Futura spa, l'azienda partecipata del Comune di Napoli finita nel mirino della procura partenopea per il disastro ambientale delle aree ex Italsider ed ex Eternit, e per la maxi truffa all'erario per le finte bonifiche dei suoli per le quali sono andati in fumo oltre 100 milioni di euro. L'azienda rappresentata legalmente dall'avvocato Giovanbattista Vignola, ha rinunziato al Riesame, perché, come sottolineato dagli stessi legali, "non c'è stato tempo di studiare gli atti dell'inchiesta, particolarmente complessi". L'avvocato Vignola sottolinea in una nota come "trattare la causa senza aver avuto l'opportunità e il tempo di leggere le oltre 40mila pagine di documentazione sarebbe stato poco producente". Intanto però, la difesa dell'azienda fa sapere che comunque proporrà una motivata istanza di dissequestro redatta alla luce dell'approfondita lettura dell'incarto processuale. Intanto il sindaco, Luigi de Magistris, attraverso l'ufficio legale dell'amministrazione, ha fatto pervenire al pm Stefania Buda, titolare del fascicolo, una richiesta di costituzione di parte civile del Comune di Napoli al processo.

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©