Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Baiano (AV), sequestro di quattro immobili costruiti abusivamente


Baiano (AV), sequestro di quattro immobili costruiti abusivamente
28/01/2011, 14:01

Ancora un sequestro di costruzioni abusive: gli specifici accertamenti sviluppati dai militari della Tenenza di Baiano, agli ordini del maresciallo aiutante Marcello Daniele, a seguito di una segnalazione confermavano i sospetti di irregolarità nella costruzione di tre immobili che, in Baiano, erano utilizzati per un’attività commerciale (rivendita di autovetture e riparazione di motoveicoli).

Si decideva pertanto di dar corso ad uno specifico sopralluogo sul posto che, nella circostanza, beneficiava altresì dell’ausilio di funzionari dell’Ufficio Tecnico del Comune di Baiano, nella medesima ottica di collaborazione con l’amministrazione locale che già nei giorni precedenti aveva portato alla scoperta di un’altra costruzione abusiva.

Le misurazioni effettuate dall’Ufficio Tecnico confermavano la difformità rispetto a quanto indicato nelle autorizzazioni a suo tempo concesse ed a quanto risultante dal carteggio ufficiale per cui, alla ricezione della relazione tecnica da parte del Comune nella mattinata di ieri i militari accedevano in massa presso gli immobili che erano risultati esser stati edificati in parte in difformità dal progetto ed in parte in maniera del tutto illecita.

Le operazioni si concludevano con il sequestro dell’intera area edificata, sita lungo la SS 7bis (Nazionale delle Puglie) e di fatto costituita da tre immobili, utilizzati per la vendita di autoveicoli, di una officina destinata alle riparazioni di motoveicoli e una abitazione sovrastante quest’ultimo locale per un’estensione complessiva di circa 700 metri quadri.

Per quanto riguarda gli immobili adibiti ad esercizio commerciale, i due edifici destinati all’esposizione dei veicoli erano sottoposti a sequestro in quanto non conformi al progetto depositato a suo tempo presso il Comune di Baiano, mentre le altre due costruzioni (officina per l’assistenza-auto ed officina per la riparazione-moto) erano invece completamente abusive, così come l’abitazione sovrastante.

In relazione alle violazioni agli articoli 37 e 44 del D.P.R. nr. 38
0/2001 (T.U.M.E. - Testo Unico in Materia Edilizia), nei confronti dei tre proprietari dell’immobile e del titolare dell’attività commerciale relativa ai motoveicoli scattavano la denuncia alla Procura della Repubblica di Avellino e le altre segnalazioni del caso.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©