Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Tre i 15 e i 49 anni il numero è calato nel 2011 del 7,8%

Balduzzi: giovani italiane meno aborti rispetto alle europee


Balduzzi: giovani italiane meno aborti rispetto alle europee
09/10/2012, 18:30

ROMA - In Italia le giovani donne ricorrono meno all'aborto rispetto alle coetanee dell'Europa occidentale, e il tasso di abortività in generale, per le donne tra i 15 e i 49 anni è calato e nel 2011 è risultato pari a 7,8 per 1.000, è tra i più bassi di quelli osservati nei paesi industrializzati. E' il quadro tracciato dal ministro della salute Renato Balduzzi nella presentazione alla Relazione 2012 sulla legge 194, che il ministro ha firmato e inviato stamattina al Parlamento. Il tasso di abortività (numero delle Ivg per 1.000 donne in eta feconda tra 15-49 anni), l'indicatore più accurato per una corretta valutazione della tendenza al ricorso all'Ivg, nel 2011 é risultato pari a 7,8 per 1.000, con un decremento del 5,3% rispetto al 2010 (8,3 per 1.000) e un decremento del 54,7% rispetto al 1982 (17,2 per 1.000). E “il valore italiano è tra i più bassi di quelli osservati nei paesi industrializzati”, sottolinea il ministro. Dal 1983 i tassi di abortività sono diminuiti in tutti i gruppi di età, più marcatamente in quelli centrali. Per quanto riguarda le minorenni, il tasso di abortività nel 2010 e risultato pari a 4,5 per 1.000 (4,4 per 1.000 nel 2009), con valori piu elevati nell'Italia settentrionale e centrale. E - sottolinea Balduzzi – “come negli anni precedenti, si conferma il minore ricorso all'aborto tra le giovani in Italia rispetto a quanto registrato negli altri Paesi dell'Europa Occidentale”. Il rapporto di abortività (numero delle Ivg per 1.000 nati vivi) è risultato pari a 202,5 per 1.000 con un decremento del 2,8% rispetto al 2010 (208,3 per 1.000) e un decremento del 46,7% rispetto al 1982 (380,2 per 1.000).

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©

Correlati

11/10/2012, 11:11

Medicina Omeopatica a Napoli