Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Bambino conteso, nota del sindacato di polizia nuova


Bambino conteso, nota del sindacato di polizia nuova
12/10/2012, 15:31

"Il fatto del bambino conteso, ha aperto, ancora una volta, una grave problematica per quanto riguarda le numerose attività di Polizia. La verità è che i Poliziotti non hanno NESSUNA REGOLA DI INGAGGIO che regolamenti determinate attività e che riguarda anche questo caso che ha messo, di nuovo, la Polizia di Stato SOTTO LA GOGNA MEDIATICA!!! Non si può andare avanti lasciando che i poliziotti, davanti a qualsivoglia situazione e/o condizione che si prospetti, sono sempre costretti ad arrangiarsi alla ben meglio!!! Solo Totò diceva ARRANGIATEVI!!! Come sempre, se va bene i meriti sono dei Dirigenti, se va male i poliziotti sono sotto processo!!! Sono anni che stiamo chiedendo queste regole di ingaggio che sono oltremodo necessarie  per avere una “scaletta operativa”, ma questo modello di Polizia, oltremodo vecchio, obsoleto, inadeguato e che premia soltanto “le stellette”, nonostante noi lo abbiamo dichiarato deceduto da tanto tempo, NON LO PERMETTE!!! La Polizia di Stato deve aggiornarsi, deve trasformarsi in un soggetto attuale e al passo con i tempi. Vi rendete conto in che condizioni debbono operare i poliziotti??? Così la Polizia di Stato è sempre lo sfogo delle problematiche sociali!!! Qualsiasi cosa accada tutti aggrediscono la Polizia, in tutti i sensi!!!! Così, questa volta, ci siamo dimenticati dell’aumento dell’IVA!!! Questa è l’ennesimo episodio e nessuno vuole ascoltarci, allora vogliono che la Poliziotti devono essere massacrati, devono essere messi alla gogna mediatica… a qualcuno fa comodo!!! Ma la colpa vera è facilmente individuabile, noi l’avevamo detto in tempi non sospetti, ma, come al solito, nessuno ha voluto ascoltare la voce “scomoda”!!! I poliziotti dicono basta!!! Dateci regole operative certe e tanti casi, dovuti alla ormai nota arte dell’arrangiarsi dei poliziotti che si devono barcamenare ogni volta, non accadranno più!!!!".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©