Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Bamboccione di 41 anni, i genitori chiedono assistenza legale

Partita lettera di difida, via di casa entro 10 giorni

Bamboccione di 41 anni, i genitori chiedono assistenza legale
20/09/2011, 14:09

VENEZIA - In seguito a numerosi tentativi di convincere il figlio quarantunenne ad andar via di casa e crearsi una propria indipendenza, una coppia di genitori ha chiesto aiuto all’ all'Adico, l'Associazione Difesa Consumatori di Mestre per assistenza legale.
Gli anziani genitori si dichiarano stremati e stanchi di condividere la loro vita con quella del figlio di 41 anni. Il “bamboccione” è adulto, con un buon lavoro che gli permetterebbe una vita decorosa, ma insiste nel voler dormire ancora nel lettino della sua cameretta. Sempre più comodo ricevere vitto e alloggio gratuito, certo, però questa volta la coppia di genitori non ne può più.
L’ ufficio legale dell Adico, a cui mamma e papà si sono rivolti, ha fatto partire una lettera di diffida al figlio “bamboccione” intimandolo a lasciare la casa familiare entro 10 giorni. Se il 41enne non lascerà la casa paterna, la questione sarà sottoposta al Tribunale di Venezia.
Il quarantenne - come spiega la stessa associazione - vive ancora con i genitori nonostante abbia un lavoro stabile e ben pagato in un ente locale a Venezia. Ma di rendersi indipendente proprio non ne vuole sapere.
“Finora abbiamo avuto una soluzione positiva praticamente in tutti i casi, prima ancora di arrivare alla causa - spiega uno dei legali dell'Adico - l'orientamento dei giudici infatti è quello di indurre le parti a trovare un accordo. Sono centinaia le famiglie invischiate in un rapporto malsano con figli che, pur avendo la possibilità di uscire di casa non lo fanno o che non lavorano e sono contenti di non farlo, e spesso vessano i genitori con crescenti pretese.”

Commenta Stampa
di Carmen Cadalt
Riproduzione riservata ©