Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sequestrata anche un area industriale in via preventiva

Bancarotta, le fiamme gialle arrestano un imprenditore


.

Bancarotta, le fiamme gialle arrestano un imprenditore
06/06/2011, 15:06

SCAFATI - Le Fiamme Gialle della Compagnia di Scafati hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti  di A.R. 60enne  imprenditore di San Marzano sul Sarno (SA) sottoponendo  a sequestro preventivo un’area industriale di ventimila m² adibita a “Cash & Carry” all’ingrosso. Quest’area era  stata acquistata nel 2007 dall’uomo, in carcere dal 2008 per illeciti penali, tramite una complessa operazione finanziaria di lease-back da circa quattro milioni e mezzo di euro, tra capitale ed interessi, ed era divenuta sede della società “Sud Italia Cash S.r.l.”. Sull’imprenditore, che opera nel settore della distribuzione alimentare, pende l’accusa di bancarotta fraudolenta distrattiva aggravata. Il copione in questi tipi di reati è sempre lo stesso : una serie di operazioni finanziarie e societarie simulate, realizzate con l’appoggio di un prestanome che offre l’opportunità al manager di turno di agire indisturbato nei suoi affari.  Le indagini portate avanti dai militari hanno avuto l’ausilio di strumenti tecnici e testimonianze dirette che hanno rafforzato il quadro probatorio offerto dai documenti e dai contratti simulati. Da segnalare che l’imprenditore per ottenere ulteriori fonti di reddito occulto dalla gestione del complesso che ancora gestiva, ha fittato un locale destinato a bar ad un’imprenditrice dell’area vesuviana, che gli aveva consegnato una caparra di 10.000,00 euro e 1.500,00 euro di fitto mensili il tutto sancito in una scrittura privata dalla quale si è evinto che il locatore dell’immobile è risultato  inesistente.

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©