Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' stata chiamata "Oil Stealers" l'operazione di polizia

Banda dei carburanti presa ad Andria, agivano al Nord

I ladri sono responsabili di oltre 50 furti

Banda dei carburanti presa ad Andria, agivano al Nord
15/01/2013, 18:06

ANDRIA - E' stata denominata “Oil Stealers” l'operazione della Squadra Mobile della Questura di Trento, in collaborazione con quella di Bari, coordinate dal Servizio Centrale Operativo, contro un’organizzazione criminale che operava nel nord Italia responsabile di oltre 50 furti, in particolare di oli minerali. Le indagini sono partite a seguito di due grossi furti di carburante avvenuti nella provincia di Trento sei mesi fa. La banda, costituita da professionisti, partiva dalla base di Andria e arrivava nel nord e centro Italia dove, dopo mirati sopralluoghi, metteva a segno i furti. I mezzi che utilizzavano erano degli autoarticolati attrezzati con pompe idrovore e tutto il materiale per svuotare i depositi. Le scorrerie partivano da un’area di parcheggio nei pressi di Verona. In occasione di un furto accaduto nella provincia di Cuneo furono arrestate in flagranza tre persone grazie a un blitz in autostrada. La conclusione dell'operazione c’è stata nello scorso weekend in Puglia, dove sono state arrestate otto persone ed indagate altre nove. La Polizia ha effettuato 16 perquisizioni, che hanno portato al sequestro di altro materiale provento dell'attività criminale e due tir. L'operazione che ha visto smantellata l'organizzazione ha impegnato circa 50 uomini della Polizia di Stato appartenenti alle Squadre Mobili di Trento e Bari, del Reparto Prevenzione Crimine Puglia ed un elicottero del Reparto Volo di Bari. L'accusa è di associazione per delinquere finalizzata al furto di ingenti quantità di olii minerali. Sarebbero 1.500.000 i litri di carburante trafugati, 2.500.000 i transiti autostradali analizzati, 31 le linee telefoniche intercettate, 25 i pedinamenti. 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©