Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Banda di rapinatori arrestata dai carabinieri


Banda di rapinatori arrestata dai carabinieri
15/11/2012, 09:56

Sgominata dai carabinieri del Comando provinciale di Avellino questa notte una pericolosa organizzazione criminale dedita alle rapine di banche e uffici postali in diverse regioni italiane. Tredici ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state eseguite dai militari a partire dalle prime ore di stamane nei confronti di sette persone residenti in Valle ëfita, in provincia di Avellino, e di residenti nel Cerignolano, in provincia di Foggia, a Potenza e Arezzo. Il Gip del Tribunale di Ariano Irpino (Avellino), Antonella Lariccia, ha firmato i provvedimenti a conclusione delle indagini coordinate dal Procuratore capo, Luciano D'Emmanuele. Nel corso di una conferenza stampa, convocata in mattinata presso il Comando provinciale dell'Arma, verranno illustrati i particolari dell'operazione. Plauso del Gen. Adinolfi sull'operazione dei carabineiri  di Ariano Irpino, che commenta così: " uro colpo inferto dai Carabinieri della Campania ad un’organizzazione dedita a rapine a uffici postali e banche a seguito di indagini sviluppate nell’Avellinese, dalla Compagnia di Ariano Irpino. Quattordici persone sono finite in carcere con un’operazione che si è sviluppata anche in Puglia, Basilicata e Toscana. Proseguono così gli interventi dei Carabinieri contro la criminalità che con grande mobilità opera nelle province Campane. Oltre 150 Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino e dei Comandi locali dell’Arma hanno proceduto questa mattina alle catture, con numerose perquisizioni che hanno portato al sequestro di armi, passamontagna, parrucche ed altro materiale di interesse. Il Comandante della Legione Carabinieri “Campania”, Gen. D. Carmine ADINOLFI, ha espresso il suo grato compiacimento ai militari dell’Arma Avellinese che, con i risultati odierni, hanno posto fine ad una serie di pericolose rapine che avevano provocato vivo allarme sul territorio.

"

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©