Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Assolto da una accusa di peculato e abuso d'ufficio

Bari: Fitto (Pdl) condannato a 4 anni per corruzione e finanziamento illecito


Bari: Fitto (Pdl) condannato a 4 anni per corruzione e finanziamento illecito
13/02/2013, 08:59

BARI - Ci sono volute oltre 24 ore di Camera di Consiglio al Tribunale di Bari, Seconda Sezione Penale, per decidere la condanna di Raffaele Fitto, ex Ministro delle Regioni e parlamentare Pdl, a 4 anni di reclusione, 5 anni di interdizione dai pubblici uffici e divieto per un anno a trattare con la Pubblica AMministrazione. Le accuse riguardavano la corruzione, il finanziamento illecito e un episodio di abuso d'ufficio. L'episodio si riferisce ad una tangente di 500 mila euro ricevuta nel 2005 da Angelucci, in cambio della quale assegnà alla società Tosinvest un appalto da 200 milioni. Inoltre, è stato riconosciuto colpevole di un abuso d'ufficio nello stanziamento di fondi per gli oratori, togliendo quei soldi all'impiantistica sportiva. 
Assolto invece l'ex Ministro da un altro episodio di abuso d'ufficio e dall'accusa di peculato.
Tra gli altri condannati (in tutto 13) anche Giampiero Angelucci, che ha avuto 3 anni e 6 mesi. Confiscati beni per 500 mila euro a Fitto e per 6 milioni e 600 mila ad Angelucci. Fitto e Angelucci sono stati anche condannati a risarcire la Regione Puglia, ma con un ammontare da definirsi in un processo civile.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©