Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Si apre la possibilità anche per le altre di fare richiesta

Bari: le escort di Tarantini potranno chiedergli i danni


Bari: le escort di Tarantini potranno chiedergli i danni
16/01/2013, 14:30

BARI - Il Gip di Bari Ambrogio Marrone ha stabilito che le escort che Giampaolo Tarantini portava alle feste di Villa Certosa o di Palazzo Grazioli potranno costituirsi parte civile nel processo contro l'imprenditore barese, accusato di sfruttamento della prostituzione. Per questo le altre ragazze (sono in tutto 26) verranno convocate alla prossima udienza per vedere se vorranno, come Patrizia D'Addario, costituirsi Parte Civile o meno. 
Secondo il Gip, "rispetto alle condotte di favoreggiamento, reclutamento induzione e sfruttamento della prostituzione, lesive non solo della moralità pubblica e del buon costume, ma anche e soprattutto della libertà e dignità umana e della libertà della determinazione della sfera sessuale, le persone indicate nei vari capi di imputazione della richiesta di rinvio a giudizio debbano ritenersi non solo soggetti eventualmente danneggiati, ma persone offese dai reati in materia di prostituzione". Ci saranno anche nomi famosi come Sara Tommasi e Manuela Arcuri. 
A questo punto, laddove Tarantini non decidesse di ricorrere ad un rito alternativo, si potrebbe assistere ad un processo dove tra i testimoni sfilerebbero tante ragazze, ma anche SIlvio Berlusconi, destinatario delle ragazze.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©