Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Contestati tra gli altri due episodi di corruzione

Bari: rinviato a giudizio il Ministro Fitto


Bari: rinviato a giudizio il Ministro Fitto
11/12/2009, 14:12

BARI - Il Ministro per gli Affari Regionali Raffaele Fitto è stato rinviato a giudizio per due episodi di corruzione, abuso d'ufficio, peculato e finanziamento illecito al partito. Invece è stato archiviato per tre episodi di falso, per la concussione e per l'associazione a delinquere. In pratica, secondo il Gip Rosa Calia, è verosimile (Il Gip decide solo se una cosa è verosimile o meno; poi tocca al Tribunale decidere se è vero o no, ndr) che Fitto abbia ricevuto 500 mila euro da Angelucci, soldi che sono serviti a finanziare la lista civica "La Puglia prima di tutto", che aveva come capolista lo stesso Fitto. In cambio Angelucci avrebbe ricevuto la gestione delle Rsa (Residenze sanitarie assistite) pugliesi. Oltre a Fitto, c'è stato il rinvio a giudizio per 77 persone, tra cui lo stesso Angelucci e Mario Morlacco, attuale sub commissario del Lazio e all'epoca direttore dell'Ares Puglia.
Il legale di Fitto, il deputato del Pdl Francesco Sisto, ha mostrato buona soddisfazione:
"Questa è la degna sentenza di un degno giudice della Repubblica Italiana. Una sentenza che condivisa o non condivisa bisogna accettare con la massima serenità. L'impostazione accusatoria risulta demolita"

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©