Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Giovedì forse i funerali

Barletta: crollo opificio, le vittime erano senza contratto

E’ la denuncia dei parenti delle donne decedute

Barletta: crollo opificio, le vittime erano senza contratto
04/10/2011, 18:10

BARLETTA – Piange le sue vittime Barletta. Il dolore porta con se disperazione, ma soprattutto tanta rabbia. Rabbia per una morte assurda ed ingiusta. A denunciare quanto accadeva nell’opificio crollato di via Roma sono i parenti delle operaie morte nel crollo che ora chiedono giustizia. “Lavoravano in nero, senza contratto”, urlano. I familiari sono in queste ore assiepati davanti all'obitorio del Policlinico di Bari dove si trovano i corpi delle cinque donne decedute, in attesa dell'autopsia: "Era gente - racconta la zia di una delle operaie morte - che lavorava per sopravvivere. Mia nipote prendeva 3,95 euro all'ora. Lavoravano dalle otto alle 14 ore, a seconda di quel che c’era da fare - continua la donna - avevano ferie e tredicesima pagate, ma senza contratto”.

Per i familiari delle vittime, poi, oltre il danno la beffa: hanno dovuto aspettare ore di attesa all’obitorio prima di poter salutare i proprio congiunti. Alle 14 è arrivata l’autorizzazione del magistrato e quattro per volta sono scesi nella camera dove erano state ricomposte le salme.  "Non ci volevano far vedere i nostri parenti - racconta una ragazza in lacrime - abbiamo chiesto al sindaco di intervenire".

E non sono mancati momenti di tensione all’obitorio. In tanti si sono sentiti male: alcuni anziani sono stati portati in autoambulanza al pronto soccorso del policlinico. Ha accusato un malore anche il marito di Tina Ceci, di 37 anni, l'ultima ad essere estratta dalle macerie la notte scorsa. I parenti erano assistiti da personale della Croce Rossa e della Protezione civile. I corpi delle vittime saranno riportati mercoledì a Barletta, dove sarà allestita una camera ardente da parte del Comune, e presumibilmente nella tarda mattinata, conclusi gli adempimenti chiesti dalla magistratura, saranno a disposizione dei parenti.  I funerali, potrebbero svolgersi già mercoledì.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©