Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Via Duomo, ennesimo focolaio di protesta per i rifiuti

Barricate e roghi, Napoli sull’orlo del baratro


.

Barricate e roghi, Napoli sull’orlo del baratro
23/06/2011, 16:06

NAPOLI - Via Duomo, cuore del centro storico di Napoli: l’ennesimo focolaio di protesta sul fronte dell’emergenza parte da qui. Blocchi stradali, barricate con i cassonetti, auto e motorini paralizzati nel traffrico. Giornata di normale anormalità e di nasi turati. Scene di ordinario caos metropolitano nella città sommersa dalla monnezza, mentre il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano chiede al Consiglio dei Ministri di approvare al più presto il decreto “sbloccafussi”. La gente è esasperata, aumentano i ricoveri per presunte intossicazioni e l’aria è avvelenata. Le proteste vanno avanti in un clima di rivolta, contornato dagli scambi d’acccuse: se il sindaco Luigi de Magistris parla di sabotaggio, c’è chi come il segretario del Nuovo Psi, Maurizio Zuccaro, ritiene che la fascia tricolore abbia già fallito. E che qualcuno, abbia trafugato le pile da quella bacchetta magica che avrebbe permesso all’ex pm di ripulire Napoli in appena cinque giorni.


Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©