Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Da domani parte il passaggio al digitale terrestre tv

Bassolino: 11 milioni a favore delle emittenti locali


Bassolino: 11 milioni a favore delle emittenti locali
30/11/2009, 19:11

NAPOLI – Da questa notte, in Campania, ci sarà il passaggio al digitale terrestre. Le prime città a passare saranno Napoli (e provincia) e Caserta (con parte del Casertano). Lo switch off si protrarrà fino al prossimo 15 dicembre.
La regione è stata divisa in sei aree tecniche che interesseranno, per 15 giorni di transizione, circa 6 milioni di abitanti e 551 comuni. Le aree sono: 1) Napoli e provincia, Caserta e provincia (1-2 dicembre); 2) Salerno e parte della provincia (3-4 dicembre); 3) Valle dell’Irno, Avellino e provincia (9-10 dicembre); 4) Benevento e provincia (11 dicembre); 5) Vallo di Diano (14 dicembre) e 6) Cilento (15 dicembre).
“Il passaggio definitivo alla tv digitale, - ha dichiarato oggi in conferenza stampa Antonio Bassolino, presidente della Regione Campania, - è un risultato importante, frutto del lavoro portato avanti in questi mesi dal Dipartimento comunicazioni del Governo, Regione, imprese televisive nazionali e locali. Mi preme sottolineare che oggi non solo presentiamo un risultato, ma facciamo tesoro del modello di collaborazione portato avanti in questi mesi per aprire una nuova e fondamentale prospettiva di innovazione. Da domani vivremo 15 giorni di grande cambiamento tecnologico ed è del tutto naturale che si possano verificare alcuni disservizi temporanei".
Sono stati definiti, inoltre, diversi interventi in favore delle emittenti locali, per un totale di quasi 11 milioni di euro. Come ha spiegato Bassolino, “sono stati emanati due bandi: il primo, di 10 milioni di euro per l’adeguamento tecnologico delle apparecchiature si è concluso lo scorso 30 ottobre e ha visto la partecipazione di circa 60 emittenti ossia la stragrande maggioranza delle imprese televisive campane. Sono in corso di valutazione le domande e si conta di poter assegnare i finanziamenti entro la fine dell’anno”.
Il secondo bando, invece, è dedicato alla formazione e sarà pubblicato non appena sarà conclusa la procedura di assegnazione del primo. “Grazie a un’intesa siglata tra Regione Campania, gli antennisti e le associazioni dei consumatori, - ha continuato Bassolino, - sono stati ottenuti in Campania i prezzi più bassi d’Italia per i cittadini che avessero bisogno di adeguare il proprio impianto televisivo. Siamo dunque impegnati a, - ha concluso il Governatore, - stimolare il mercato televisivo locale, informare i cittadini dei cambiamenti in atto e contenere i costi per il passaggio al digitale”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©