Cronaca / Nera

Commenta Stampa

La bambina era stata nascosta nel congelatore

Belgio, una mamma uccide la figlia e la fa a pezzi


Belgio, una mamma uccide la figlia e la fa a pezzi
13/05/2013, 19:37

BELGIO- La piccola Diana Farkas, di soli quattro anni, scomparsa lo scorso lunedì, è stata ritrovata morta, precisamente fatta a pezzi e nascosta nel congelatore di casa, a Chatelienau, nel sud del Belgio.

L'autrice dello scellerato delitto è la madre Juliana Santana Duran, che ha confessato l’omicidio.

La piccola non si trovava da lunedì, da quando la mamma ne aveva annunciato la scomparsa e l’asilo aveva contattato la polizia dopo che la donna era arrivata a prenderla nel pomeriggio, senza trovarla.

 Da quel momento i muri della città erano stati tapezzati di manifesti con il volto sorridente della bambina ma fin da subito i sospetti sono ricaduti sulla madre che, nel rilasciare dichiarazioni, si era più volte contraddetta. 

 Prima aveva dichiarato di averla portata a scuola, dove però nessuno l’aveva vista, poi di averla persa di vista mentre erano in macchina. Troppe versioni contrastanti che hanno fatto scattare gli arresti domiciliari per la donna.

 Le ricerche hanno portato gli investigatori a cercare indizi nell’abitazione della sospettata, fino alla terribile scoperta.

 La piccola sembra sia stata strangolata, probabilmente nel sonno, e in seguito fatta a pezzi per nasconderla nel congelatore: per la mamma sono scattate le manette.

 

 

 

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©