Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In Emilia Romagna denunciati due esponenti del Carroccio

Belsito: "Umbrto Bossi sapeva tutto sui soldi della Lega"


Belsito: 'Umbrto Bossi sapeva tutto sui soldi della Lega'
27/04/2012, 09:04

MILANO - "Umberto Bossi era a conoscenza di ogni investimento fatto dalla Lega Nord". A dirlo è stato l'ex tesoriere Francesco Belsito, davanti ai magistrati di Milano, durante l'interrogatorio di giovedì. Secondo Belsito, lui si è limitato ad agire in base agli ordini che riceveva; anche nel caso dei diamanti, per i quali non ha utilizzato i propri soldi e i propri conti correnti. Insomma, una posizione molto defilata; anche troppo, secondo i magistrati, che stanno verificando.
Intanto dall'Emilia Romagna arrivano altre due grane per il Carroccio. Innanzitutto un ex leghista di Bologna, Alberto Veronesi, ha presentato una denuncia contro la segretaria amministrativa della Lega, Nadia Dagrada, accusata di una tenuta contabile tutt'altro che trasparente dei conti pubblici del partito. E nella denuncia Veronesi specifica: "Già nel 2010 questi rilievi erano certamente a conoscenza degli organi di controllo della Lega Nord, perché inviati per raccomandata al Consiglio federale composto tra gli altri dagli allora ministri Bossi, Calderoli, Maroni e dagli allora sottosegretari Giorgetti e Belsito e Alessandri".
Poi c'è la questione di Giuseppe Pini, deputato leghista emiliano, che è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Forlì dalla Agenzia delle Entrate. L'accusa è di appropriazione indebita e sottrazione di imposte da pagare al fisco. Il fatto riguarda i 400 mila euro che il deputato ha "scudato" e che erano depositati a San Marino.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©