Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il presidente promette sconti per calmare la folla

Ben Ali,vattene. Questi gli slogan dei 5000 protestanti


Ben Ali,vattene. Questi gli slogan dei 5000 protestanti
14/01/2011, 15:01

TUNISIA – continuano gli scontri fuori dal Ministero dell’Interno a Tunisi. La richiesta dei 5000 manifestanti è l’immediata dimissione del Presidente Zine al-Abidine, Ben Ali .
Nonostante la promessa del presidente di non ricandidarsi nelle elezioni del 2014 , riferisce un giornalista Reuters, fuori dal Ministero si sono scatenate proteste e la folla alza slogan come : “Ben Ali vattene” e “ Ben Ali grazie, ma ne abbiamo abbastanza”.
L’agitazione e lo stato di allerta di oggi non ha provocato feriti o scontri violenti . Il presidente ha infatti ordinato alle forze dell’ordine di non attaccare i manifestanti . In via eccezionale la polizia è rimasta in disparte mentre i manifestanti si arrampicavano sui lampioni e occupavano i tetti .
Per evitare la rivolta, Ben Ali, durante una diretta TV ha assicurato la diminuzione dei prezzi del pane, del latte e dello zucchero, assicurando allo stesso tempo maggiore libertà di stampa e di accesso internet.
Altre manifestazione continuano a Sidi Boudiz, cittadina centrale, dove da oltre un mese i cittadini protestano per la situazione di disoccupazione e povertà , e chiedono le dimissioni di Be Ali.
Intanto, per verificare se le parole del presidente sono servite a tranquillizzare gli animi , la confederazione sindacale Ugtt ha proclamato uno sciopero generale che secondo gli analisti rappresenterà il primo test.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©