Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Benevento. Verranno rimossi 141 pali dell’illuminazione pericolanti


Benevento. Verranno rimossi 141 pali dell’illuminazione pericolanti
04/04/2012, 12:04

Benevento, 4 aprile 2012 – L’assessore alle Opere Pubbliche, Pietro Iadanza, ha rilasciato stamani la seguente dichiarazione: “Gli impianti di pubblica illuminazione nell’ambito urbano della città di Benevento e delle strade di accesso alla stessa, risultano nella stragrande maggioranza dei casi realizzati da oltre 20 anni. Pertanto, oltre a non essere adeguati alle nuove e sempre più stringenti normative, i sostegni, le armature, i quadri di comando e le linee di alimentazione non rispondono più alle esigenze che gli stessi impianti devono avere e sicuramente gli stessi elementi hanno rendimenti notevolmente inferiori a quelli iniziali. Negli ultimi anni, con l’avvento della gestione esterna della pubblica illuminazione e impianti semaforici, si è intervenuti radicalmente su circa il 50% delle 8000 fonti luminose esistenti nel territorio cittadino e sono stati eseguiti lavori di razionalizzazione degli impianti al fine di renderli maggiormente efficienti. In questi ultimi mesi sono stati avviati lavori di riqualificazione e adeguamento che riguardano 6 zone denominate: Mellusi, Meomartini, Cretarossa, Capodimonte lato edilizia economica e popolare e Rione Libertà nella sua interezza per un totale di circa 1500 punti luce, prevedendo la sostituzione del sostegno, nuovi corpi illuminanti a risparmio energetico e nuovi quadri di comando a norma. Tutti questi interventi hanno migliorato lo stato degli impianti dal punto di vista della luminosità ma allo stato oltre 6000 sostegni risultano obsoleti e presentano condizioni di instabilità soprattutto per corrosione alla base del palo. Considerato che nel periodo invernale si è verificato il crollo di qualche sostegno sottoposto principalmente a raffiche di vento impetuose, il Settore Opere Pubbliche in data 9.1.2012 ha dato mandato alla società di gestione di verificare con accurata precisione lo stato di stabilità dei sostegni. In data 27.3.2012, dopo la verifica effettuata, è risultato che 141 sostegni devono essere immediatamente rimossi perché rappresentano un pericolo imminente per la pubblica incolumità.  Considerato che di fronte ad un pericolo imminente non ci si può esimere dall’agire con tempestività, si è dato mandato alla società di gestione di rimuovere immediatamente i 141 pali pericolanti. Si procederà, inoltre, a proporre un atto deliberativo per reperire le risorse per la ricollocazione in tempi brevi dei nuovi sostegni”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©