Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pochi fondi e troppa burocrazia frenato i progetti sociali

Beni confiscati, in Campania il 20% ancora inutilizzati


.

Beni confiscati, in Campania il 20% ancora inutilizzati
13/12/2011, 15:12

NAPOLI - Sono tanti i beni finora confiscati alla camorra campana. Ancora troppo pochi invece i fondi per trasformarli in centri per attività sociali. I progetti da mettere in campo ci sono, e vanno dall’intitolazione alla memoria delle vittime innocenti della criminalità alla riconversione delle strutture in laboratori di legalità nelle realtà difficili della Campania. Ma le criticità che si trovano di fronte le associazioni sono legate a prassi burocratiche troppo lunghe e al mancato finanziamento dei progetti. È il tema dibattuto al workshop “Da Mostri a Nostri” organizzato dal consorzio Sole, dalla Fondazione Polis e da Libera antiracket con le Procure e l’ufficio Scolastico regionale: gli immobili dovrebbero essere intitolati in sinergia col Coordinamento dei Familiari delle vittime. Progetto che però necessita di maggiori sforzi economici.  

Commenta Stampa
di dg
Riproduzione riservata ©