Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Polemiche caro carburante sull'isola

Benzina, ad Ischia schizzata a 1,85 € al litro


.

Benzina, ad Ischia schizzata a 1,85 € al litro
09/12/2011, 10:12

Il vertiginoso aumento del prezzo della benzina registratosi in Italia in queste ore è la prima catastrofica conseguenza della manovra economica varata dal governo Monti che a ragione possiamo definire di autentica macelleria sociale e che penalizza come sempre le fasce sociali più deboli del popolo italiano. L’aggravio sulle accise è stato recepito da tutte le compagnie petrolifere e così in un colpo solo il costo della benzina verde è aumentato ovunque di circa dieci centesimi al litro schizzando a circa 1,70 € al litro mentre il Diesel ha raggiunto la vetta di 1,69 € al litro. Queste sono le catastrofiche conseguenze dell’aumento odierno ma dal primo gennaio prossimo partirà invece un ulteriore ritocco delle accise e un nuovo aumento sarà così servito. Sull’isola d’Ischia, dove da sempre si registra il prezzo più caro d’Italia, il costo della greggio rispetto alla media nazionale è sempre maggiorato di circa dieci centesimi e il costo del self service è lo stesso del servito. Ed ecco che con l’aumento odierno il prezzo della benzina verde sull’Isola partenopea ha persino superato la soglia dell’1,80€ al litro sfiorando, in alcuni casi, l’1,85€ al litro: da non credere! Nel Comune di Ischia, dove sono presenti solo pompe di benzina a marchio Agip, la Verde viene venduta a 1,83.8 € al litro, praticamente 1,84€, quasi 15 centesimi di euro in più rispetto la media nazionale, mentre il Diesel a 1,79 € ogni litro, vale a dire 10 centesimi di euro in più rispetto al resto d’Italia. E come al solito, quindi, i cittadini dell’isola d’Ischia sono sempre più penalizzati rispetto al resto dei cittadini italiani i quali, con la nuova manovra economica, nei prossimi mesi continueranno ad essere salassati da un governo tecnico che gode della fiducia dei partiti di centrodestra e di centrosinistra presenti in Parlamento e che sono i responsabili diretti del continuo impoverimento del popolo italiano a cui fanno pagare il prezzo della crisi generata dalla politica che a livello nazionale e internazionale hanno portato avanti negli ultimi decenni. Intanto a Ischia è diventato davvero intollerabile dover subire il prezzo della benzina tra i più cari d’Italia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©