Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Si moltiplicano le voci su campagna sconti infrasettimanali

Benzina, ancora aumenti e per il pieno si aspetta il weekend


Benzina, ancora aumenti e per il pieno si aspetta il weekend
11/07/2012, 09:07

Prosegue il giro di aumenti sulla rete carburanti. Questa mattina e' la volta di Q8, che ha seguito le altre compagnie ed ha corretto all'insu' di 1 centesimo i prezzi raccomandati di entrambi i prodotti. Rincari che, sommati a quelli di lunedi' e martedi', si fanno sempre piu' sentire sui prezzi praticati 'serviti', in rialzo per tutti i brand e anche per gli impianti no-logo. La contrazione dei consumi nei giorni lavorativi e' sempre piu' evidente. Gli automobilisti attendono un nuovo week end di sconti per fare il pieno. Ma non e' da escludere che questo fenomeno possa attenuarsi di qui a breve. Si moltiplicano, infatti, voci di campagne sconti infrasettimanali (che andrebbero ad aggiungersi a quelle gia' in atto in alcuni impianti delle petrolifere) volte a rompere il circolo vizioso che sta mettendo a dura prova il sistema di distribuzione dei carburanti.
I prezzi medi nazionali serviti sono oggi a 1,830 euro/litro per la benzina, 1,719 per il diesel e 0,764 per il Gpl. Punte massime per la verde a 1,900 euro/litro, a 1,760 per il diesel e 0,800 per il Gpl. Questo quanto risulta in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per Check-Up Prezzi QE. A livello Paese il prezzo medio praticato della benzina (sempre in modalita' servito) va dall'1,810 euro/litro di Eni all'1,830 di IP (no-logo in salita a 1,719). Per il diesel si passa dall'1,699 euro/litro di Eni all'1,719 di IP (no-logo su a 1,586). Il Gpl e' tra 0,737 euro/litro sempre di Eni e 0,764 di Shell (no-logo a 0,741).

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©