Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il fatto è avvenuto su un aereo della RyanAir

Bergamo: condannato a 18 mesi per una "mano morta"


Bergamo: condannato a 18 mesi per una 'mano morta'
23/04/2010, 10:04

BERGAMO - Si sa che fare la "mano morta" non è esattamente il massimo del bon ton. Ma in questo caso è costata addirittura una condanna a 18 mesi a 20 giorni di reclusione, per violenza sessuale, ad un italiano che vive a Madrid. I fatti sono avvenuti su un aereo della RyanAir che era partito da Madrid ed era diretto all'aeroporto di Orio al Serio, vicino Bergamo. L'uomo, un 39enne, si era trovato seduto al fianco di una bella spagnola 35enne e aveva deciso di approfittare dello scarso spazio che c'è sugli aerei. Così aveva aperto il giornale per non farsi vedere e aveva cominciato ad allungare le mani, toccando i seni della donna uno, due, tre volte. La donna ha protestato vivacemente, chiedendo poi aiuto alla hostess di bordo, che l'aveva fatta accomodare nei posti riservati all'equipaggio, per toglierla a quella spiacevole situazione. Una volta che l'aereo è arrivato a Bergamo, la donna ha denunciato l'accaduto ed ha fatto scattare il processo.
Al termine della sua requisitoria, il Pubblico Ministero aveva chiesto una pena di 16 mesi e 20 giorni, ma il Gup - il processo si è svolto con il sistema del rito abbreviato - ha deciso una condanna a 18 mesi e 20 giorni di reclusione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©