Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'accusa è di evasione fiscale e truffa all'Ue

Bergamo: ex assessore di Forza Italia condannato a 14 anni


Bergamo: ex assessore di Forza Italia condannato a 14 anni
12/05/2010, 16:05

BERGAMO - Pesante sentenza per Gianpaolo e Stefania Bellavita, due fratelli accusati di una serie di truffe ai danni dell'Unione Europea. Il primo nel 2003, nella sua qualità di assessore al Bilancio della Provincia di Bergamo, fu indagato insieme ad altre persone, tra cui la sorella Stefania. Il metodo era quello classico di altre truffe simili: si fingevano acquisti di macchinari nuovi per una azienda situata al sud - nel caso specifico in provincia di Siracusa - usando i fondi europei destinati alle aree depresse, mentre in realtà si acquistavano macchinari usati o da aste fallimentari, quindi a prezzo decisamente inferiore. Poi con una serie di società "cartiere", si creava un giro di false fatturazioni che giustificavano l'acquisto come di macchinari nuovi e si simulavano altre spese di manutenzione e simili.
L'insieme delle truffe è stato considerato dal Tribunale di Bergamo meritevole di una severa condanna: 14 anni per Gianpaolo Bellavita e 12 anni di reclusione per la sorella Stefania. Inoltre i due dovranno restituire oltre un milione e mezzo di euro al Ministero dello Sviluppo Economico e 5 milioni all'Agenzia delle Entrate.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©