Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Cercavano qualcosa da poter rivendere per qualche euro

Bergamo: frugano tra i rifiuti, arrestati per furto aggravato


Bergamo: frugano tra i rifiuti, arrestati per furto aggravato
01/11/2010, 11:11

CAPIZZONE (BERGAMO) - Due immigrati, di 29 e 32 anni, sono stati arrestati per furto aggravato. La loro colpa è stata quella di entrare nell'isola ecologica di Capizzone, comune in provincia di Bergamo, e di mettersi a frugare, tra i prodotti elettronici gettati via dai cittadini, qualcosa di ancora funzionante, in modo da poterlo rivendere e guadagnare qualche euro per comprare qualcosa da mangiare. Purtroppo per loro, mentre stavano lì è passato il sindaco di Capizzone, Uberto Pellegrini, che li ha visti e ha immediatamente chiamato i Carabinieri. Che li hanno arrestati con l'accusa di furto aggravato, in attesa di accertamenti sulle rispettive identità per verificare se abbiano o no ricevuto un decreto di espulsione, secondo le norme della Bossi-Fini.
Se si trattasse di due italiani, la sentenza sarebbe scontata: assoluzione in base all'esimente dello stato di bisogno. Infatti secondo la legge italiana, il reato, se commesso in stato di assoluta necessità, non viene punito. Visto che si tratta di due extracomunitari, sarà interessante vedere come andrà a finire

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©