Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La madre ha l'utero lacerato, non potrà avere altri figli

Bergamo, lite tra ginecologhe, bambina nasce invalida al 100%


Bergamo, lite tra ginecologhe, bambina nasce invalida al 100%
29/09/2010, 10:09

BERGAMO - Ancora un episodio di malasanità, anche una volte due medici che litigano in sala parto. Questa volta è accaduto agli Ospedali Riuniti di Bergamo, dove una donna è stata portata in sala parto, al termine di una gravidanza tranquillissima. Al momento di decidere cosa fare, è scoppiata una lite tra due ginecologhe: una voleva procedere col parto cesareo, una col parto naturale. Nel frattempo la donna è rimasta quasi senza assistenza. Mentre le donne stavano litigando c'è stato il cambio turno e i nuovi medici hanno deciso per il cesareo. Ma ormai era tardi: la bambina, rimasta per troppo tempo senza ossigeno, ha gravi danni cerebrali ed è invalida al 100%, nutrita con un sondino nasogastrico; la madre ha avuto una lacerazione dell'utero, per cui non potrà più avere figli.
I fatti risalgono al 30 gennaio scorso, anche se i fatti sono stati raccontati solo ieri da Bergamonews, e sono stati immediatamente denunciati dal marito della donna, l'albanese Saimir Zekaj; tanto che la Procura ha avviato una inchiesta. Resta comunque la grave situazione della donna e della bambina.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©