Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Bergamo: Se non sai l'italiano, niente cittadinanza


Bergamo: Se non sai l'italiano, niente cittadinanza
15/05/2009, 12:05

Caravaggio, in provincia di Bergamo, è stata nota per secoli per avere dato i natali a Michelangelo Merisi, pittore noto col soprannome - appunto - di Caravaggio. Ma negli ultimi tempi è diventato un feudo leghista ed un simbolo dell'intolleranza e del razzismo in Italia. E anche questa volta, non c'è stata eccezione. Il Sindaco di Caravaggio, Giuseppe Prevedini, doveva consegnare il certificato di cittadinanza ad un immigrato egiziano. Ma quando quest'ultimo gli ha detto che non era in grado di leggere la dichiarazione di giuramento, perchè non leggeva bene l'italiano (cosa normale, per chi lo impara solo parlandolo tutti i giorni, ndr), il Sindaco si è rifiutato di consegnare il certificato, imponendogli di ritornare quando conoscerà l'italiano.
C'è da precisare che la legge italiana non prevede la conoscenza della lingua, tra i requisiti necessari per avere quel certificato. Certo, la cosa può essere contestabile, se prendiamo per esempio la procedura prevista per avere la cittadinanza negli USA (che comprende anche un esame di lingua inglese e di conoscenza della Costituzione americana, ndr), ma per il momento la legge e questa e dovrebbe essere rispettata da tutti, a cominciare dai rappresentanti dello Stato Italiano, come i Sindaci. Ci sarebbe da augurarsi che a questo punto la Procura di Bergamo proceda per i reati che il Sindaco ha commesso con questa azione, ma da quelle parti è difficile che lo facciano.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©