Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Cicchitto minaccia giudici: "No all'accompagnamento coatto"

Berlusconi a Milano per il processo Mills, ma senza clacque


Berlusconi a Milano per il processo Mills, ma senza clacque
19/09/2011, 13:09

MILANO - Ha mantenuto l'annuncio: SIlvio Berlusconi si è presentato questa mattina al Tribunale di Milano, dove c'era una udienza del processo in cui il premier è accusato di aver corrotto l'avvocato inglese David Mills con 600 mila dollari, affinchè testimoniasse il falso in due processi che vedevano Berlusconi come imputato. Una udienza che prevedeva l'esame di Maria De Fusco: collegata in videoconferenza dalla Svizzera, la donna è stata ascoltata relativamente alla sua posizione di amministratrice del fondo svizzero Struie, attraverso cui passarono le quote azionarie che poi vennero girate a Mills. Dopo l'esame dei Pm, durato circa un'ora e mezza, quello della Difesa, annunciato come molto lungo dagli stessi difensori, è stato rinviato al pomeriggio.
Da notare che non c'era la solita clacque, che si era vista ad ogni udienza del premier tra aprile e luglio, che stazionava l'intera giornata davanti al Palazzo del Tribunale.
Intanto, interviene il Pdl sulla possibilità, paventata da più parti, di una richiesta della Procura di Napoli alla Camera dei Deputati per l'accompagnamento coatto del premier per testimoniare. Lo fa attraverso le parole del suo capogruppo alla Camera, Fabrizio Cicchitto: "Se i magistrati chiederanno l'accompagnamento coatto di Silvio Berlusconi, noi lo rimanderemo subito indietro. Spero che non facciano un atto  di così grave irresponsabilità e così marcatamente destabilizzante, ma se questo accadesse, tutto il Parlamento dovrebbe rispondere. In ogni caso non  credo che verranno a prenderlo i Carabinieri, non siamo ancora ai tempi di Pinochet".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©