Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Domani in piazza la Cgil per gli ammortizzatori sociali

Berlusconi a Napoli, visita scandita dalle proteste


Berlusconi a Napoli, visita scandita dalle proteste
29/06/2009, 19:06

“Noi la crisi non la paghiamo”, questo uno degli slogan adottati dagli studenti aderenti all’Onda napoletana che hanno inscenato un sit in sotto la pioggia in occasione della visita del presidente del Consiglio a Napoli. E così, mentre Silvio Berlusconi, a bordo della nave Fantasia della Msc, illustra il programma del G8 de L’Aquila, alla stazione marittima è in atto quella che è destinata ad essere soltanto la prima delle manifestazioni di dissenso che scandiranno la visita del premier. Durante la protesta si è sfiorato lo scontro quando sono comparsi alcuni fumogeni, ma la situazione è stata tenuta sotto controllo. Poco dopo, agli studenti si sono uniti i disoccupati e i manifestanti contro l’apertura della discarica di Chiaiano.
Per stasera e domani sono previste altre iniziative analoghe. I disoccupati hanno organizzati dei cortei in vari punti della città e davanti al Teatro San Carlo, dove Berlusconi premierà le “eccellenze” di Napoli. Previsto anche un presidio con gli operai della Fiat e i precari, organizzato dalla Cgil. L’obiettivo, precisano Federico Libertino e Peppe Errico, responsabili del sindacato, è protestare contro le promesse mancate da parte del governo, come quelle relative agli ammortizzatori sociali. “Siamo alla scadenza delle 52 settimane di cassintegrazione ordinaria, non solo per Fiat, - spiega Libertino, - ed entreremo in una spirale difficile. Una delle ultime volte a Napoli, Berlusconi ha incontrato gli operai e si è impegnato ad affrontare la questione”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©