Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ma l'Unione Europea blocca 145 milioni di contributi

Berlusconi: "A Terzigno si risolverà in 10 giorni"


Berlusconi: 'A Terzigno si risolverà in 10 giorni'
22/10/2010, 13:10

ROMA - Vertice a Roma, tra il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il vicepremier Gianni Letta, il sottosegretario Guido Bertolaso, il Ministro delle Finanze Giulio Tremonti, il Ministro dell'Interno Roberto Maroni, il Ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo e il governatore della Regione Campania Stefano Caldoro.
Al termine, in una conferenza stampa, Berlusconi e Bertolaso hanno reso note le novità. Innanzitutto la dirigenza dell'Asia, cioè l'azienda municipalizzata che si occupa della raccolta della spazzatura a Napoli, è sollevata dal suo incarico e d'ora in poi verrà sostituita dai tecnici della Protezione Civile, perchè "finchè ci sono stati loro, non c'è stato alcun problema di miasmi", ha detto il Presidente del Consiglio. Non è mancato lo scaricabarile sui sindaci locali, che non vogliono rispettare gli ordini provenienti dal governo centrale, ha detto Berlusconi.
Comunque il premier ha garantito che in 10 giorni la situazione tornerà alla normalità (l'amministrazione delegato dell'Asia, Daniele Fortini, invece ha detto che è impossibile fare previsioni, ndr) e che verranno stanziati 14 milioni per risolvere l'emergenza. E comunque, ha proseguito, "il piano rifiuti è molto preciso e per Terzigno prevede impianti di depurazione, bonifiche, impianti idrici e fognari, nonché di riqualificazione urbana". E la popolazione non deve preoccuparsi, perchè "questa mattina il ministro della Salute, il dottor Fazio, ha svolto una relazione garantendo che in questo momento non ci sono preoccupazioni per la salute dei cittadini".
E' poi intervenuto anche Bertolaso, che ha scaricato le responsabilità sui comuni e sulla raccolta, perchè il termovalorizzatore funziona: "Il termovalorizzatore di Acerra sta funzionando perfettamente: ieri ha bruciato 1.550 tonnellate di rifiuti, producendo energia elettrica sufficiente per illuminare diversi comuni. Acerra funziona e funzionerà sempre meglio; due linee sono già in funzione e la terza linea a fine novembre sarà aperta. Il disagio a Terzigno è causato dai miasmi e dal passaggio dei camion, dovuti a una gestione precaria della discarica. Quando la Protezione civile era dentro la discarica, non c'erano odori e non c'era un gabbiano, come hanno potuto constatare i giornalisti che abbiamo portato dentro la discarica".
Superfluo dire che la realtà è completamente diversa. Tanto che la Commissione Europea ha deciso di non versare i 145 milioni di contributi per i rifiuti di Napoli che aveva congelato in attesa che la situazione migliorasse

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©