Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Il presidente Usa ha offerto collaborazione per l'Abruzzo

Berlusconi ad Obama, 'Occupatevi dei monumenti'


Berlusconi ad Obama, 'Occupatevi dei monumenti'
07/04/2009, 19:04

Durante la visita alla tendopoli di San Demetrio Silvio Berlusconi ha parlato, tra le altre cose, del ruolo che potrebbero avere gli Usa nella ricostruzione delle zone colpite dal sisma. “Se gli Stati Uniti vorranno dare un sostegno tangibile della loro vicinanza all’Italia, - ha detto, - potranno prendersi la responsabilità della ricostruzione dei beni culturali e delle chiese”. Proprio mentre era in corso la visita, il premier ha ricevuto una “lunga telefonata” dal presidente Barack Obama.

Mara Carfagna, ministro per le Pari opportunità, è giunta nel pomeriggio a L’Aquila per visitare la tendopoli allestita in Piazza d’Armi, dove sono ospitate oltre mille persone. La Carfagna ha inaugurato, nell’occasione, il progetto dei pediatri clown promosso all’indomani del sisma dal suo ministero. Gli ultimi dati parlano di 207 vittime del terremoto accertate, 17 delle quali restano ancora senza un nome. Le persone estratte vive dalle macerie sono 150, poco più di mille i feriti. 500 persone sono state ricoverate in ospedale, 100 sono in condizioni gravi. Entro stasera, ha annunciato Silvio Berlusconi, “saranno ultimate 20 tendopoli con 16 cucine da campo che potranno ospitare 14mila e 500 persone”.

Le ricerche sotto le macerie sono, intanto, ancora in corso. Continueranno per altre 48 ore da oggi, ovvero fino a quando non ci sarà la certezza che, sotto quelle pietre, nessuno sarà rimasto vivo. Da domani, ha spiegato Berlusconi, “1500 tecnici molto qualificati si occuperanno” dei sopralluoghi sugli edifici. Decine di scosse di assestamento si sono susseguite per tutta la mattinata tra L’Aquila e provincia, al ritmo di una ogni minuto. Alcune sono state molto forti, hanno spiegato gli esperti dalla sala sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ma “complessivamente le repliche stanno seguendo il normale sviluppo di una sequenza sismica”.

Tra i soccorritori che sono accorsi in Abruzzo, anche una squadra di otto Vigili del fuoco vaticani. Solidarietà anche dal mondo dello sport, con tutte le squadre di A e di B che osserveranno un minuto di silenzio in segno di lutto, dietro decisione della Lega calcio; il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ha annunciato che il ricavato della prossima partita sarà devoluto a favore delle vittime del terremoto. Anche Giancarlo Dondi, presidente della Federazione Italiana Rugby, ha dato disposizione affinchè tutti gli appuntamenti in programma fino al prossimo 12 aprile compreso osservino un minuto di silenzio.
 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.