Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le reazioni disgustate della Bindy e della Binetti

Berlusconi: barzelletta offensiva contro la Bindi con bestemmia finale



Berlusconi: barzelletta offensiva contro la Bindi con bestemmia finale
01/10/2010, 16:10

L'AQUILA - L'episodio è vecchio, ma il video è uscito solo ora sul sito dell'Espresso. Raffigura Berlusconi a L'Aquila, durante una delle visite che il premier faceva di continuo subito dopo il terremoto del 6 aprile 2009. Parla ad un gruppo di militari, probabilmente elicotteristi della Guardia di Finanza. E tira fuori una delle sue barzellette contro il Presidente del Pd, Rosy Bindi. Per poi finire la barzelletta con un "porco Dio", che non scandalizza nessuno dei militari, probabilmente. Per poi finire con un "non mi tradite, eh?", che però è tardivo, dato che il tutto è stato ripreso dalla videocamera.
In realtà anche questo è solo uno dei tanti episodi in cui si è distinto - sempre in maniera negativa - il premier. Ha spesso fatto anche in TV apprrzzamenti negativi - per non dire insultanti - nei confronti di Rosy Bindi, "rea" di non essere bella come le tante escort di cui il premier si circonda.
A stretto giro di posta arriva la risposta dell'interessata: "Penso che questa volta il presidente del Consiglioprima che a me debba chiedere scusa a tutti i credenti di questo paese, alla Chiesa e quella stampa cattolica di cui ieri si è vantato di avere l'attenzione". Anche Paola Binetti, ex Pd ora nell'Unione di centro, non ha gradito: "Il Presidente del Consiglio crede che si possa scherzare su tutto, anche bestemmiando, con barzellette più disgustose che spiritose. Basta ridicolizzare le donne che, come Rosy Bindi, fanno politica con la stessa grinta e determinazione dei loro colleghi; basta mescolare la politica con quella frivolezza tipica di certi ambienti che evidentemente il premier conosce bene. Il 'no' alla bestemmia è un dovere assoluto per chiunque abbia fede, ma anche per chi non ce l'ha, perchè non è mai lecito irridere i valori in cui altri credono. Tanto più quando si è il Presidente del Consiglio".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©