Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' un grosso azionista della Molmed, insieme a Doris

Berlusconi compra anche società farmaceutiche


Berlusconi compra anche società farmaceutiche
02/06/2010, 11:06

ROMA - Quando alcune settimane fa il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi annunciò che entro tre anni il cancro sarebbe stato sconfitto, molti si sono offesi per la leggerezza con cui il premier affrontava un problema tanto delicato. E invece no: stava solo facendo pubblicità al suo nuovo acquisto. Cioè una società farmaceutica, la Molecular Medicine Spa (Molmed). La quale - ma guarda quando si dice la combinazione - ha allo studio due farmaci anti-tumorali: uno costruito per attaccare i tumori, l'altro per ricostruire il sistema immunitario danneggiato dalla chemioterapia.
Attualmente il primo azionista della Melmod è proprio il Cavaliere, col 24% del capitale; Ennio DOris, presidente di Mediolanum ed amico di lunga data del Premier un altro 8%. E nel consiglio di amministrazione c'è Luigi Berlusconi, il figlio più piccolo avuto da Veronica Lario.
Ma si sa che Berlusconi ha sempre avuto un debole per queste cose. Chi non ricorda l'elisir di lunga vita prescrittogli dal medico personale, Scapagnini, prima che facesse il sindaco di Catania e seppellisse la città sotto un mare di debiti? Per non parlare poi di un centro di ricerche dell'ospedale San Raffaele di Milano, di proprietà di Don Virzì, altro amico di lungo tempo del Cavaliere (fecero i primi affari insieme alla fine degli anni '60). Infatti c'è il progetto "Quo Vadis" dove si studia come portare la vita umana a 120 anni (altra frase ripetuta spesso dal premier, ndr). E sarà una combinazione, ma nessuno dei tagli alla spesa pubblica fatti dai governi Berlusconi tra il 2001 ed oggi ha mai riguardato i finanziamenti al San Raffaele.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©