Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nella notte altri immigrati in Sardegna e a Lampedusa

Berlusconi e Maroni a Tunisi, migranti trasferiti a Napoli e Taranto


Berlusconi e Maroni a Tunisi, migranti trasferiti a Napoli e Taranto
04/04/2011, 11:04

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) - Ancora uno sbarco, nella notte a Lampedusa: 210 migranti sono arrivati sull'ennesimo guscio di noce, trainati da una motovedetta italiana. Anche questi verranno caricati sulla nave traghetto Flaminia, della Tirrenia, in arrivo nell'isola siciliana. Capace di trasportare 1600 persone, probabilmente prenderà a bordo tutti i 1700 migranti rimasti. Intanto la nave militare San Marco è arrivata a Napoli, dove sta sbarcando i 480 tunisini diretti alla tendopoli allestita a Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. In gruppi di 10-12 persone vengono caricati su autobus e, guardati a vista dalle forze dell'ordine, portati via. Piccola manifestazione pacifica della rete Antirazzista, presente nel porto con cartelli dove in arabo è scritto "Benvenuti".
Contemporaneamente anche la Excelsior, con 1731 persone a bordo, continua il suo viaggio. Ora è a Catania, dove sta sbarcando 500 migranti, diretti alla tendopoli di Caltanissetta; poi ne sbarcherà altri 700 diretti a Trapani. Infine farà rotta per Napoli, dove altri 500 verranno avviati alla tendopoli dove stanno anche quelli sbarcati dalla San Marco.
Ed oggi il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi vola a Tunisi insieme al Ministro dell'Interno Roberto Maroni, per tentare di bloccare questo esodo. Offrirà un pacchetto di aiuti di 150 milioni per il Paese africano e mezzi: pattugliatori e jeep per bloccare l'afflusso di persone. Ma in realtà pare che le città costiere non siano sotto il controllo di nessuno, per cui per prima cosa il governo tunisino, che regge lo stato dopo la fuga del dittatore Ben Alì, dovrebbe potervi mandare forze di polizia per far vedere che esiste ancora.
Anche perchè le navi di tunisini cominciano a prendere anche altre strade. Come è dimostrato dallo sbarco, questa mattina, di 32 persone a Domusedemaria, a 50 Km. a sud di Cagliari, in Sardegna. In questo caso la loro imbarcazione, una volta fatti scendere a mare i tunisini, ha provato a tornare indietro. Ma alcuni bagnanti, vedendo la scena, hanno telefonato alle forze dell'ordine e una motovedetta è immediatamente giunta sul posto, arrestando i due scafisti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©