Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Una new entry tra i pastori napoletani

Berlusconi ferito finisce sul presepe


.

Berlusconi ferito finisce sul presepe
15/12/2009, 16:12

NAPOLI – C’era da aspettarselo. Non così velocemente, ma era scontato che le immagini che hanno fatto il giro del mondo, quelle di Silvio Berlusconi ferito al volto, divenissero fonte di ispirazione per uno degli artisti di San Gregorio Armeno, la strada napoletana punto di riferimento per l’arte dei presepi. E così, nel giro di poche ore, eccolo apparire lì, tra un Marrazzo (e Natalì), un Michael Jackson (versione white e coloured) e un Mike Bongiorno che saluta con un “Allegria!”. La statuetta di Berlusconi, con tanto di ferita sanguinante e due denti mancanti, da ieri mattina è stata fotografata da decine di turisti, incuriositi da quella singolare iniziativa. Non un personaggio in particolare, ma un fatto; non il presidente del Consiglio (vecchio ‘frequentatore’ delle bancarelle di San Gregorio Armeno), ma proprio il ferimento. Ma non si tratta, ha spiegato Marco Ferrigno, di un modo per sminuire la gravità dell’accaduto, la cui gravità resta altissima a prescindere dalle ideologie politiche. E’ un’idea nata per sdrammatizzare, o per meglio dire esorcizzare il clima di forte tensione politica che si respira in questi giorni. E ancora una volta, mentre i politici continuano il botta e risposta sull’aggressione, il ‘mondo dei presepi’ sceglie di attingere da quello reale. Una propensione che, almeno in questo caso, può essere di discutibile gusto, ma basta prenderla per il verso giusto: condanna tout court dell’aggressione e desiderio di esorcizzare quella che è stata una pagina nera della politica e della storia nazionale.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©