Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Una nota dello studio Ghedini lo conferma

Berlusconi, il 13 agosto in vacanza non in Procura


Berlusconi, il 13 agosto in vacanza non in Procura
03/08/2012, 19:00

PALERMO - Il 13 agosto I magistrati palermitani aspetteranno invano Silvio Berlusconi in Procura. L'ex premier non andrà. Lo comunica una nota dello studio Ghedini, limitandosi a dire che in quel giorno Berlusconi sarà all'estero. Ma a fare che? Quale sarebbe il legiottimo impedimento che gli impedirebbe di tornare per rispondere alle domande? Evidentemente nessuno, dato che non ha attualmente impegni istituzionali; nè può - come ha fatto a luglio, quando la procura l'ha convocato la prima volta - accampare legittimi impedimenti di partito, dato che il 13 agoisto tutti i deputati e i senatori del Pdl sono in vacanza nei posti più costosi ed esclusivi che riescono a trovare. E allora? Facile la deduzione: Berlusconi non vuole andare a rispondere ai magistrati; figuriamoci se vuol farlo interrompendo la sua vacanza ad Antigua, nella sua faraonica villa che si è fatto costruire lì. 
 I Pm intendono interrogare l'ex premier sui rapporti economici intrattenuti con il senatore Marcello Dell'Utri. In particolare sulle forti somme - circa 40 milioni solo negli ultimi anni - che Berlusconi gli avrebbe dato, apparentemente a titolo di "prestito infruttifero" (da notare che usava la stessa causale per i soldi usati per pagare le ragazze del bunga bunga, ndr) e sull'acquisto della casa di Dell'Utri sul lago di Como ad un prezzo doppio di quello stimato. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©