Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Repubblica mostra testimonianze importanti

Berlusconi playboy dormiente e ricattato ai bunga bunga?


Berlusconi playboy dormiente e ricattato ai bunga bunga?
09/09/2011, 09:09

MILANO - Altre novità escono dai verbali raccolti dai magistrati milanesi, sulle serate hard ad Arcore. In particolare, su Repubblica si parla di una modella marocchina, Imane Fadil, 27 anni. La quale racconta ai magistrati tutta la trafila: viene avvicinata nel febbraio da Emilio Fede che le propone di andare a prendere "un caffè" ad Arcore, e lei accetta sapendo che non c'era solo il caffè ad aspettarla, perchè si sapeva già nell'ambiente dlele modelle cosa succedeva lì. Lei arriva e ci sono già altre ragazze tra cui Barbara Faggioli e Nicole Minetti. Che ad un certo punto spariscono per ricomparire con un vestito, tipo quello delle suore, scuro, con la croce rossa sul velo. In breve le due ragazze cominciano a ballare in maniera sexy, restando in biancheria intima. Un ballo al quale, racconta Fadil, il premier è scarsamente interessato, al punto che sonnecchia;sicchè le ragazze, per risvegliarne l'attezione, gli si buttano praticamente in braccio.
Lo spettacolo tuttavia lascia basita la marocchina, che si sente a disagio. Berlusconi se ne accorge e prima la porta a visitare la villa; poi, quando lei insiste che se ne vuole andare, gli conegna una busta con dentro quattro banconote da 500 euro.
A questa sera però ne seguono altre, a cui Fadil partecipa e si integra sempre più nel "gruppo". Così conosce anche la "fidanzata" del premier: una ragazza montenegrina di nome Catarina, che Berlusconi le dice essere innamorata di lui, al punto da vivere praticamente ad Arcore. Una cosa diversa le dice Fede: la ragazza ha una sorella gemella ed una sorella più grande; e quest'ultima tiene "sotto torchio" Berlusconi. Se sia vero o cosa intendesse, la teste non lo sa.
Poi c'è unaltro episodio, che si colloca nel settembre 2010, quando Berlusconi arriva davanti alle ragaze nervoso e con dei fascicoli sotto il braccio. Fa una specie di comizio su uno dei processi che lo riguardano, dichiarandosi estraneo ai fatti. La Minetti, premurosa, si spoglia davanti a lui, rimanendo in perizoma. Più tardi, a cena la fidanzata montenegrina si sente male e viene portata da Berlusconi e dai camerieri al piano di sopra. Dopo un po'torna il solo premier, che comincia ad intrattenersi con le altre ragazze. Quando compare Catarina, e lo vede, si scatena un attacco di rabbia e lei si lancia sulle scale, quasi ruzzolando. A quel punto le ragazze capiscono l'antifona e se ne vanno tutte. secondo il racconto di Fadil. La quale aggiunge in quella occasione che Berlusconi è stato messo nei guai da una ragazza marocchina (quasi sicuramente Ruby, ndr) che era finita nei guai e che per uscirne l'aveva chiamato e fatto intervenire. Da allora era stata allontanata dalle serate ma, secondo la modella, aveva video o foto compromettenti delle serate ad Arcore, con cui avrebbe potuto vendicarsi.
I magistrati non hanno trovato n video, nè foto durante le perquisizioni fatte a Ruby, ma questo non vuol dire niente: una chiavetta USB la si nasconde ovunque. Piuttosto resta il fatto di un ambiente dove il ricatto sembra la norma dei "più furbi", mentre il resto si comportano come dei parassiti. Era veramente questo l'ambiente dei "bunga bunga"? Se è così, è veramente uno squallore. Ma ancora più importante: se erano così tanti a ricattare Berlusconi, siamo sicuri che sia ancora in grado di stare al centro del potere politico italiano?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©