Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si tratta di altri 300 metri quadrati,più il terreno intorno

Berlusconi raddoppia: nuova villa a Porto Rotondo


Berlusconi raddoppia: nuova villa a Porto Rotondo
29/09/2010, 12:09

OLBIA - Chiunque pensava che Berlusconi intendesse abbandonare Villa Certosa, in Sardegna, si è sbagliato. Negli ultimi tempi la sua società Hydra Immobiliare ha acquistato molti altri terreni vicino ai confini di Villa Certosa, portando il terreno annesso alla villa a 80 ettari (quasi un chilometro quadrato, una estensione pari al doppio dello Stato del Vaticano). In questo terreno, la perla è a via Cava del Tom: un edificio diroccato e disabitato da anni, una volta di proprietà di Laura Rusconi (veniva chiamata "la villa dei telefonini" perchè c'erano i ripetitori Vodafone e 3) che è stato distrutto ed adesso verrà ricostruito, secondo le regole del piano casa approvato dalla Giunta Cappellacci. Compreso il 30% di aumento volumetrico permesso dalla legge regionale, verrà costruita una villa di 300 metri quadri, con due dependance. Una colata di cemento immane che farà la felicità delle imprese edili della zona, bloccate anche loro dalla crisi, ma che costituisce un nuovo scempio della zona.
Con un problema in più: il terreno copre anche la cima della collinetta di Porto Rotondo, dove ci sono le antenne della TV e dei ripetitori dei telefonini che coprono la famosa zona turistica. Essendo quella una zona sottoposta adesso al vincolo governativo di alta protezione, dato che è di proprietà del premier, non possono esserci antenne o altri impianti similari. Quindi dovranno essere spostate, altrimenti tutti i turisti della zona non potranno usare nè TV nè cellulari.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©