Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Anche la Santanchè nega la cena con Clooney

Berlusconi: "Sono una persona di cuore, aiuto chi ha bisogno"


Berlusconi: 'Sono una persona di cuore, aiuto chi ha bisogno'
28/10/2010, 15:10

ROMA - Hanno sollevato molto rumore, le dichiarazioni fatte dalla 17enne marocchina Ruby ai magistrati, sui festini ad Arcore a cui ha partecipato. E puntualmente sono arrivate le prime smentite. A cominciare da quella della Santanchè, che sarebbe stata presente insieme a Ruby, a Berlusconi, a George Clooney e ad Elisabetta Canalis ad una cena in quella villa: "Devo dire che sono molto sorpresa che ci siano anche queste due righe in una vicenda che trovo allucinante. Però, se questi sono i presupposti, perché lì c'è scritto che avrei partecipato a una cena con George Clooney, dico che io George Clooney non ho mai avuto il piacere di conoscerlo, né in Italia né nel resto del mondo, per quanto mi riguarda è tutta una bufala".
Ma anche Berlusconi ha affrontato l'argomento durante la conferenza stampa ad Acerra: "Premesso che io sono abituato ad aiutare chi ha bisogno, parlo della spazzatura vera, non di quella mediatica. Sono una persona di cuore e mi muovo sempre per aiutare chi ne ha bisogno", riferendosi al rilascio di Ruby, ottenuto dalla Questura.
Non poteva mancare un attacco diretto del coordinatore del Pdl, Sandro Bondi, al quotidiano "La Tepubblica" che oggi pubblicava un lungo resoconto delle dichiarazioni della 17enne marocchina: "L'ennesimo capitolo di una campagna scandalistica pubblicato oggi da 'la Repubblica' rappresenta il segno più spaventoso di una inciviltà che minaccia di corrodere le fondamenta della nostra vita democratica e di incanalare nuovamente la vita politica verso esiti distruttivi".
Invece due dei diretti interessati, Nicole Minetti e Lele Mora non rispondono alle domande sulla ragazza. La prima si è limitata a dire che la conosce e basta. Invece Emilio Fede ha amesso di averla conosciuta: "Credo di avere conosciuto quella ragazza a qualche cena a casa di Berlusconi ma non l'ho presentata io né a Lele Mora, né al presidente del Consiglio. Non mi risulta di essere indagato per alcun reato. L'ho appreso stamani leggendo i quotidiani. Sono stato invitato più volte, e per fortuna, a casa di Berlusconi per delle cene, ma quello che posso dire è che non mi è mai capitato una sola volta di vedere quelle cene terminare in un modo che si possa definire trasgressivo. Nulla è più lontano da me dall'idea dell'incitamento o dello sfruttamento della prostituzione".
In realtà, fede dimostra di non ricordare. Perchè basta fare un giro su Internet, per trovare articoli ed immagini sulla presenza di Emilio Fede al concorso di bellezza di Sant'Alessio Siculo, in provincia di Messina, nel 2009. Per esempio, la foto allegata risale a quel concorso. E nei resoconti del tempo, si accenna ad una "bellissima egiziana, Ruby H." di 16 anni. Magari il racconto della ragazza non sarà vero, ma le coincidenze sono tante.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©